• Home
  • Torte
  • Torta al cioccolato e crema alla ricotta
0 0
Torta al cioccolato e crema alla ricotta

Condividilo sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo

Ingredienti

Porzioni:
Per il pan di spagna al cacao (24cm)
5 Uova
150g Zucchero
120g Farina tipo '00'
30g Cacao
50g Fecola di patate
Vanillina
Sale
Per la panna chantilly
350g Panna
30g Zucchero a velo
Stecca di vaniglia Sostituibile con una bustina di vanillina!
Per la crema alla ricotta
250g Ricotta
230g Zucchero a velo
Per la ganache al cioccolato al latte
300g Cioccolato al latte
200g Panna
Per decorare
100g Gocce di cioccolato bianco

Informazioni nutrizionali

475
Calorie
25.3g
Grassi
53.9g
Carboidrati
8.1g
Proteine
15.3g
Gr. Saturi
45.6g
Zuccheri

Torta al cioccolato e crema alla ricotta

Caratteristiche:
  • Ricette vegetariane
  • 150'
  • Per 16 porzioni
  • Difficile

Ingredienti

  • Per il pan di spagna al cacao (24cm)

  • Per la panna chantilly

  • Per la crema alla ricotta

  • Per la ganache al cioccolato al latte

  • Per decorare

Introduzione

Condividi

Ho realizzato questa torta per il compleanno di un caro collega e amico. Vi ho seminato lungo il percorso le varie ricette per realizzare le componenti nelle scorse settimane 😉 Ora vedremo come assemblare il tutto!

Vi consiglio di tenere da parte i 200g di panna che vi serviranno da riscaldare per ottenere la ganache e di usare la restante panna montandola con la vaniglia per realizzare la chantilly. Poi ne userete una parte per la crema di ricotta e una parte per la decorazione finale!

Se provate a realizzare questa golosissima torta (che come al solito è stata spazzolata in tempo zero in ufficio 😉 ) non dimenticatevi di postare la foto sul nostro gruppo Facebook! 🙂

Qui trovate le singole ricette:

Buon divertimento!

Procedimento

1
Fatto

Preparate il pan di spagna al cacao

Rompete le uova in una ciotola capiente e poi aggiungete lo zucchero e la vanillina. Con l'aiuto di un frustino elettrico o meglio di una planetaria, fate montare le uova per almeno una decina di minuti. Dovrete ottenere un composto chiaro e solido, si dice "che scriva" se lasciato ricadere su se stesso, ovvero che non affondi immediatamente ma resti in superficie.

2
Fatto

A parte, setacciate la farina, la fecola di patate e il cacao. Mescolate le polveri aggiungendo un pizzico di sale. Incorporate le polveri in più riprese al composto di uova, utilizzando un cucchiaio di legno o una spatola, con il classico movimento rotatorio dal basso verso l'alto per non far smontare il tutto. State particolarmente attenti a "scovare" eventuali accumuli di farina che si possono formare nelle sacche d'aria.

3
Fatto

Versate il composto in uno stampo a cerniera dal diametro da 24 centimetri precedentemente imburrato e infarinato. Distribuite omogenamente il composto e date qualche colpetto sul fondo in modo da liberare eventuali bolle d'aria in eccesso che disturberebbero la cottura.

Cuocete nella parte bassa del forno preriscaldato statico a 180 gradi (o ventilato a 160 gradi) per 30/35 minuti. Mi raccomando: non aprite mai lo sportello durante la cottura! Lasciate poi per almeno una mezz'ora all'interno del forno spento semiaperto, in modo da non creare uno shock termico che possa smontare il vostro pan di spagna. Fate poi raffreddare completamente all'esterno del forno e rovesciate il vostro pan di spagna al cacao!

4
Fatto

Preparate la crema alla ricotta

Con l'aiuto di un coltello, incidete a metà la stecca di vaniglia e tiratene fuori i semi. Versate la panna in una ciotola (meglio se di metallo) e tuffate al suo interno i semi di vaniglia insieme alla stecca. Lasciate per una trentina di minuti in frigo la panna nella ciotola insieme alle fruste del vostro frullino o della planetaria. Trascorso questo periodo, eliminate la stecca di vaniglia. Aggiungete lo zucchero a velo alla panna e montate aiutandovi con uno sbattitore elettrico o una planetaria lasciando incorporare bolle d'aria fino a quando non avrete ottenuto una consistenza soffice e cremosa.

5
Fatto

Lavorate la ricotta e lo zucchero a velo con l'aiuto di un frullino elettrico o di una planetaria fino ad aver ottenuto una crema omogenea. Se avete paura che si formino grumi, potete scegliere di setacciare la ricotta, anche usando un semplice schiacciapatate.

6
Fatto

Aggiungete al composto circa due terzi della panna chantilly preparata in precedenza e incorporatela delicatamente usando un cucchiaio di legno con movimenti rotatori dal basso verso l'alto. Tenete da parte l'ultimo terzo della panna per la decorazione finale della vostra torta.

7
Fatto

Preparate la ganache al cioccolato al latte

Con l'aiuto di un coltello, sminuzzate su un tagliere il vostro cioccolato al latte. Spostate il tutto in una ciotola.

8
Fatto

Scaldate a fiamma bassa la panna e, prima che raggiunga il bollore, versatela sul cioccolato. Fate sciogliere il cioccolato amalgamando dolcemente con l'aiuto di un cucchiaio di legno. Fate attenzione a non far incorporare aria all'interno del composto.

9
Fatto

Tagliate il pan di spagna

Con l'aiuto di un coltello dalla lunga lama o come fanno i più bravi, con del filo interdentale, tagliate il vostro pan di spagna al cacao in due dischi uguali. Bagnate ciascun disco spennellandolo con un po' di latte.

10
Fatto

Farcite il pan di spagna

Versate la crema di ricotta sul disco inferiore e livellatela con una spatola. Ricoprite con il secondo disco.

11
Fatto

Stuccate con la ganache al cioccolato al latte

Versate sulla torta un po' di ganache al cioccolato al latte e distribuitela uniformemente con una spatola in modo da ricoprirne la superficie. Dedicatevi poi a ricoprire il bordo. Fate in modo che la ganache non sia ancora troppo liquida, altrimenti rischierete che scivoli via.

12
Fatto

Decorate il bordo

Decorate il bordo della torta con le gocce di cioccolato bianco.

13
Fatto

Decorate con ciuffetti di panna chantilly

Con l'aiuto di un sac à poche, realizzate dei ciuffetti decorativi utilizzando la panna chantilly che avevate messo da parte. Lasciate riposare in frigorifero per qualche ora. Noi l'abbiamo lasciata per tutta la notte!

Alessandro

Mi chiamo Alessandro, classe 1981. Ho sempre avuto un rapporto d'amore assoluto con la cucina. Vivendo da solo da quando avevo vent'anni, l'avvicinamento alle attività culinarie era una necessità per la sopravvivenza. Da un po' di tempo ho cercato un approccio più impegnato e reverenziale nei confronti della cucina, ho imparato tantissimo e ho scoperto che... cucinare è facile! ;-)

precedente
Risotto alle zucchine e menta
successiva
Melanzane filanti in padella
precedente
Risotto alle zucchine e menta
successiva
Melanzane filanti in padella

Aggiungi il Tuo Commento