0 0
Torrone dei morti

Condividilo sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo

Ingredienti

Porzioni:
Per un torrone da 1200g
200g Cioccolato fondente
500g Cioccolato bianco
400g Nutella
200g Nocciole intere

Informazioni nutrizionali

316
Calorie
21.6g
Grassi
25.6g
Carboidrati
4.8g
Proteine
8.7g
Gr. Saturi
16.6g
Zuccheri

Torrone dei morti

Caratteristiche:
  • Ricette di Halloween
  • Senza glutine
Cucina:
  • 180'
  • Per 24 porzioni
  • Media

Ingredienti

  • Per un torrone da 1200g

Introduzione

Condividi

Tradizionalmente in occasione del 2 novembre, in Campania si usa preparare il torrone dei morti. Questo dolce popolare non è un vero e proprio torrone, a dispetto del suo nome ma possiamo considerarlo come un cioccolatino gigante.

La ricetta originale prevede l’utilizzo della famigerata crema alba e di varie paste fatte apposta per la preparazione di questo tipo di dolci e che possono essere trovate nei negozi specializzati per poter personalissare il gusto della vostra creazione: mandorla, pistacchio, rocher e chi più ne ha più ne metta! In mancanza di questi particolari prodotti, noi ci siamo affidati alla più comune nutella, che di solito fa tutti contenti.

Per preparare questa delizia avrete bisogno di usare uno stampo rettangolare; in commercio se ne trovano di adatti allo scopo ma in mancanza potete usare un semplice stampo per plumcake, come abbiamo fatto noi.

ATTENZIONE!!! Per esperienza quando si mangia un pezzettino di torrone dei morti difficilmente si riesce a smettere, quindi se siete a dieta, siete avvisati! 😉 Le calorie rappresentate nello schemino sotto si riferiscono a un pezzetto da 50g di torrone.

Procedimento

1
Fatto

Fate sciogliere il cioccolato fondente

Fate sciogliere a bagnomaria la metà del cioccolato fondente. Fate attenzione che l'acqua non raggiunga la temperatura di bollore ma si limiti a sobbollire.

2
Fatto

Rivestite lo stampo

Con l'aiuto di un pennello, rivestite di cioccolato fondente il vostro stampo, insistendo bene sui lati.

3
Fatto

Fate solidificare in freezer

Fate solidificare per bene nel freezer (basteranno circa da 10 a 15 minuti). Nel frattempo, sciogliete con lo stesso procedimento la seconda metà del cioccolato e lasciatelo intiepidire. Ripassate lo stampo con una seconda mano di cioccolato. Attenzione che sia ancora freddo di freezer e che il vostro cioccolato sciolto non sia troppo caldo, altrimenti rischierete di far sciogliere il primo strato rendendo il bordo troppo sottile. Terminata la seconda mano di cioccolato fondente, rimettete di nuovo lo stampo in freezer.

4
Fatto

Sciogliete il cioccolato bianco

Nel frattempo, sciogliete a bagnomaria il cioccolato bianco usando le stesse accortezze di prima.

5
Fatto

Aggiungete la nutella

Spegnete il fuoco. Aggiungete la nutella e amalgamate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

6
Fatto

Aggiungete le nocciole

Aggiungete le nocciole intere e mescolatele per bene all'interno del cioccolato.

7
Fatto

Versate nello stampo

Lasciate intiepidire e versate il composto così ottenuto nello stampo ancora freddo di freezer. Non vi preoccupate se non riempite interamente lo stampo. Lasciate solidificare in freezer per almeno un paio d'ore.

8
Fatto

Ripulite i bordi e rovesciate il torrone

Attenzione a questa parte. Non vi demoralizzate. Pulite bene i bordi col dorso di un coltello (eliminando il cioccolato fondente in eccesso nel caso il vostro stampo non si fosse riempito fino all'orlo). Non usate la parte affilata per evitare di danneggiare lo stampo. Separate delicatamente i bordi dello stampo dal torrone lasciando che l'aria si immetta fra le due pareti. A questo punto, semplicemente rovesciando il tutto, il torrone dovrebbe staccarsi molto facilmente.

9
Fatto

Tagliate a fette e servite!

Tagliate a fette e servite il vostro torrone dei morti! Attenti: può creare dipendenza!!! :D

Alessandro

Mi chiamo Alessandro, classe 1981. Ho sempre avuto un rapporto d'amore assoluto con la cucina. Vivendo da solo da quando avevo vent'anni, l'avvicinamento alle attività culinarie era una necessità per la sopravvivenza. Da un po' di tempo ho cercato un approccio più impegnato e reverenziale nei confronti della cucina, ho imparato tantissimo e ho scoperto che... cucinare è facile! ;-)

precedente
Torta salata alla zucca e spinaci
successiva
Mini cornetti salati alla ricotta e spinaci
precedente
Torta salata alla zucca e spinaci
successiva
Mini cornetti salati alla ricotta e spinaci

Aggiungi il Tuo Commento