0 0
Pizza capricciosa

Condividilo sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo

Ingredienti

Porzioni:
PER UNA PIZZA DA 32CM
PER LA BASE
150g Farina tipo '0'
150g Farina tipo '00'
150g Acqua tiepida
1g Lievito di birra in polvere Oppure 4g di lievito di birra fresco
10g Sale
10g Olio extravergine d'oliva
PER LA COPERTURA
200g Passata di pomodoro
125g Mozzarella
50g Olive nere Denocciolate!
70g Carciofini sott'olio
150g Funghi champignon
50g Prosciutto cotto
1 Spicchi d'aglio
20g Olio extravergine d'oliva
Sale

Informazioni nutrizionali

277
Calorie
13g
Grassi
29.4g
Carboidrati
10.8g
Proteine
3.4g
Gr. Saturi
1.1g
Zuccheri

Pizza capricciosa

Cucina:
  • 180'
  • Per 8 porzioni
  • Facile

Ingredienti

  • PER UNA PIZZA DA 32CM

  • PER LA BASE

  • PER LA COPERTURA

Introduzione

Condividi

La capricciosa è uno dei classici intramontabili, presente senza dubbio nei menù delle pizzerie di tutto il mondo. Con la sua abbondanza di condimenti succulenti, raramente lascia insoddisfatto chi ne mangia una fetta!

Le origini di questa pizza sembrano essere abbastanza certe: è stata inventata da Enea Dante Santerini, proprietario del ristorante Ara Pacis – La Capricciosa nei pressi di Via del Corso a Roma. La sua famiglia detiene ancora i diritti di questa creazione registrata il 29 novembre del 1952.

Dedichiamo la ricetta di oggi all’amica Giovanna perché ci sembra di ricordare che di capricciosa sia particolarmente ghiotta! 😉

Procedimento

1
Fatto

PREPARATE LA BASE

Setacciate le farine in una ciotola e successivamente unite il lievito di birra. Mescolate con cura.
Sciogliete il sale nell'acqua tiepida. Formate una fontana al centro della farina e versate all'interno l'acqua tiepida salata e l'olio extravergine di oliva.

2
Fatto

Cominciate ad impastare dal centro, incorporando a mano a mano tutta la farina. Se impastate a mano e vi riesce più semplice, potete decidere di trasferire l'impasto su una spianatoia e continuare a lavorarlo con maggiore libertà.
Quando tutta la farina sarà incorporata, otterrete un panetto omogeneo e compatto.

3
Fatto

Lasciate lievitare per almeno due ore o comunque finché il volume del vostro panetto non sarà raddoppiato.

4
Fatto

PREPARATE LA SALSA

Mescolate in una terrina la passata di pomodoro con un pizzico di sale e un cucchiaio d'olio.

5
Fatto
15'

Preparate i funghi

Ripulite i funghi da eventuali residui di terreno e tagliateli a fettine sottili. Scaldate un cucchiaio d'olio in una padella e fate rosolare al suo interno uno spicchio d'aglio. Aggiungete i funghi, salate e pepate e lasciate cuocere per circa quindici minuti fino a quando tutta l'acqua che i funghi sprigioneranno sarà evaporata. Spegnete il fuoco e mettete da parte.

6
Fatto

Tagliate la mozzarella e il prosciutto

Tagliate a cubetti la mozzarella e a pezzetti il prosciutto cotto.

7
Fatto

STENDETE LA BASE

Nel frattempo, stendete la base della pizza su un piano infarinato aiutandovi con le mani, esercitando la pressione con movimenti dal centro verso l'esterno, in modo che l'aria si accumuli sul bordo del panetto, andando a formare in cottura il tipico "cornicione". Adagiate la base in uno stampo per pizze dal diametro di 32 cm.

8
Fatto

AGGIUNGETE LA SALSA E INFORNATE

Aiutandovi con un cucchiaio, stendete la passata sulla superficie della vostra pizza, avendo cura di non arrivare a meno di un centimetro o due di distanza dal bordo. Cuocete in forno preriscaldato statico a 220 gradi (o ventilato a 200 gradi) per 15 minuti. Abbiate cura che il bordo non si scurisca troppo.

9
Fatto
5'

Aggiungete i condimenti

Sfornate temporaneamente la pizza in modo da poter distribuire i cubetti di mozzarella e tutti gli altri condimenti in superficie. Rimettete poi il tutto in forno per altri 5 minuti in modo da far sciogliere il formaggio.

10
Fatto

Sfornate la pizza

La vostra pizza capricciosa è pronta: sfornatela!

11
Fatto

Tagliate a fette e servite!

Tagliate a fette e servite la vostra pizza capricciosa!

Alessandro

Mi chiamo Alessandro, classe 1981. Ho sempre avuto un rapporto d'amore assoluto con la cucina. Vivendo da solo da quando avevo vent'anni, l'avvicinamento alle attività culinarie era una necessità per la sopravvivenza. Da un po' di tempo ho cercato un approccio più impegnato e reverenziale nei confronti della cucina, ho imparato tantissimo e ho scoperto che... cucinare è facile! ;-)

precedente
Pizza marinara
successiva
Cheesecake al limone
precedente
Pizza marinara
successiva
Cheesecake al limone

Aggiungi il Tuo Commento