0 0
Carbonnade flamande

Condividilo sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo

Informazioni nutrizionali

620
Calorie
24.9g
Grassi
31.5g
Carboidrati
67.3g
Proteine
7.7g
Gr. Saturi
6.6g
Zuccheri

Carbonnade flamande

Caratteristiche:
  • Senza lattosio
Cucina:
  • 220’
  • Per 6 porzioni
  • Media

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Le patatine fritte sono il contorno naturale di quest’ottimo stufato di carne alla birra di origine belga e dal nome di carbonnade flamande o appunto, alla fiamminga! Ho avuto modo di assaggiarlo per la prima volta durante la scorsa estate quando ero in vacanza a Bruxelles ed è stato amore a prima vista. Quindi non esitate a dargli una chance e sono sicuro che non ve ne pentirete!

Una raccomandazione per la birra, che dovrà essere rigorosamente scura (ancora meglio se belga, ovviamente 😉 ), la senape possibilmente quella scura francese e per il taglio di carne da usare: lo stinco di manzo o di vitello!

Procedimento

1
Fatto

Infarinate la carne

Ponete i pezzi di carne in un sacchetto per alimenti insieme alla farina, un po' di sale e di pepe. Sigillate e agitate energicamente in modo da ricoprire la carne uniformemente.

2
Fatto

Tagliate le cipolle

Tagliate le cipolle a fettine sottili.

3
Fatto

Rosolate la pancetta

Fate scaldare un quarto dell'olio extravergine d'oliva sul fondo del vostro tegame e fate rosolare al suo interno la pancetta.

4
Fatto

Mettete da parte la pancetta

Quando si sarà ben abbrustolita, tirate fuori la pancetta e mettetela da parte in un contenitore foderato di carta assorbente in modo da eliminare il grasso in eccesso.

5
Fatto
10'

Fate appassire le cipolle

Riportate il tegame sul fuoco, aggiungete un altro quarto dell'olio al grasso già presente e mettete al suo interno le cipolle. Coprite e lasciate appassire a fuoco moderato per 10 minuti.

6
Fatto
20'

Cuocete le cipolle

Aggiungete un cucchiaino di zucchero, il timo e l'aglio schiacciato con l'apposito attrezzo oppure tagliato in minuscoli pezzetti. Coprite di nuovo e lasciate cuocere per altri 20 minuti.

7
Fatto
10'

Rosolate la carne

Togliete le cipolle dal tegame e mettetele da parte. Aggiungete un altro quarto dell'olio al fondo di cottura e aggiungete al suo interno metà dei vostri pezzi di carne infarinati, facendoli rosolare per bene finché non avranno completamente e uniformemente cambiato colore. Alla fine, rimuovete i pezzi di carne e metteteli da parte, aggiungete l'ultima parte di olio e fate rosolare al suo interno l'altra metà della carne.

8
Fatto

Aggiungete la birra

Rimuovete la restante carne dal tegame e mettetela da parte. Aggiungete la birra al fondo di cottura e, quando avrà cominciato a sobbollire, raschiate gentilmente la base del tegame con l'aiuto di una spatola facendo in modo che i grassi finora accumulati si mescolino alla parte liquida.

9
Fatto

Aggiungete di nuovo la carne

Lasciate che la birra arrivi a bollore e poi riportate all'interno del tegame i pezzi di carne rosolati poco fa.

10
Fatto

Aggiungete le cipolle

Riportate all'interno del tegame le cipolle cotte qualche minuto addietro.

11
Fatto

Aggiungete la pancetta e l'alloro

Aggiungete ancora nel tegame i cubetti di pancetta rosolata all'inizio, le foglie d'alloro, un altro cucchiaino di zucchero e una spolverata di sale e pepe.

12
Fatto

Ricoprite col brodo

Ricoprite il tutto con il brodo di carne.

13
Fatto

Spalmate la senape sul pane

Spalmate la senape sulle fette di pane integrale. Tagliatele a tocchi grossolani.

14
Fatto

Aggiungete il pane

Aggiungete i pezzi di pane e mostarda sulla superficie del vostro stufato.

15
Fatto
150'

Fate cuocere lo stufato

Coprite, lasciando magari il coperchio un po' spostato dal tegame, con l'aiuto di un mestolo, per evitare spiacevoli fuoriuscite, e lasciate cuocere a fuoco moderato per due ore e mezza, rimescolando un paio di volte durante la cottura. Al termine, spegnete il fuoco e aggiustate, se necessario, di sale e pepe.

16
Fatto

Impiattate e servite!

Impiattate e servite la vostra carbonnade flammande, magari con un bel contorno di patatine fritte in stile belga! ;-)

Alessandro

Mi chiamo Alessandro, classe 1981. Ho sempre avuto un rapporto d'amore assoluto con la cucina. Vivendo da solo da quando avevo vent'anni, l'avvicinamento alle attività culinarie era una necessità per la sopravvivenza. Da un po' di tempo ho cercato un approccio più impegnato e reverenziale nei confronti della cucina, ho imparato tantissimo e ho scoperto che... cucinare è facile! ;-)

precedente
Spätzle alla panna e speck
successiva
Pane integrale
precedente
Spätzle alla panna e speck
successiva
Pane integrale

Aggiungi il Tuo Commento