0 0
Moussaka

Condividilo sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo

Ingredienti

Porzioni:
Per una teglia da 20x20cm
400g Macinato d'agnello
500g Melanzane
500g Patate
100g Cipolle
100g Carote
100g Sedano
3 Spicchi d'aglio
100ml Vino rosso
500ml Brodo vegetale
30g Concentrato di pomodoro
20g Olio extravergine d'oliva
Alloro
Origano
Cannella
Sale grosso
Sale
Pepe
Per il topping alla besciamella
500ml Latte
50g Farina
50g Burro
50g Pecorino romano
2 Uova
Noce moscata
Sale
Pepe
Per friggere
Olio di semi

Informazioni nutrizionali

788
Calorie
60g
Grassi
55.7g
Carboidrati
28.6g
Proteine
20.1g
Gr. Saturi
12.7g
Zuccheri

Moussaka

Cucina:
  • 200'
  • Per 6 porzioni
  • Media

Ingredienti

  • Per una teglia da 20x20cm

  • Per il topping alla besciamella

  • Per friggere

Introduzione

Condividi

Come ormai saprete, tutti i piatti a base di melanzane sono annoverati nella mia personale top ten del buon gusto 🙂 Non fa eccezione quest’ottimo piatto di origine greca che combina il sapore di quest’ortaggio con quello della carne d’agnello su un letto di gustose patate fritte e con un ricco strato superiore a base di besciamella. Se, come me, avete già l’acquolina alla bocca… beh… non vi resta che provare e prepararvi a questo viaggio nella valle dei sensi! 😉

Se non vi piace il macinato d’agnello, ovviamente, potete sostituirlo con del macinato di manzo o di maiale, come preferite. Infine, come avrete capito, questa ricetta non è il massimo della leggerezza. Se volete eliminare qualche caloria, potete usare le patate semplicemente sbollentate e potete grigliare le melanzane piuttosto che friggerle.

Procedimento

1
Fatto
30'

Preparate le melanzane

Sciacquate le melanzane e tagliatele a fettine da circa mezzo centimetro. Mettete le fette di melanzana in un colapasta all'interno di un recipiente, cospargetele con del sale grosso e lasciatele riposare, schiacciandole con un peso (ad esempio noi abbiamo usato una ciotola ricolma d'acqua) per circa mezz'ora lasciando che perdano la loro acqua. Al termine di questo periodo di tempo, sciacquatele per bene e asciugatele.

2
Fatto

Sminuzzate le verdure

Nel frattempo, Pelate il sedano, le carote e le cipolle e sminuzzateli in piccoli pezzetti.

3
Fatto

Tagliate le patate

Sbucciate le patate e tagliatele a fettine dello spessore di circa mezzo centimetro.

4
Fatto
5'

Sbollentate le patate

Mettete le patate in una pentola e ricopritele d'acqua fredda. Portate a bollore e lasciate sbollentare per cinque minuti.

5
Fatto

Fate rosolare le verdure

Fate scaldare in una pentola l'olio extravergine d'oliva e fate rosolare per pochi minuti al suo interno il battuto di cipolle, sedano e carote insieme all'aglio schiacciato con l'apposito attrezzo oppure tagliato a piccolissimi pezzetti.

6
Fatto

Aggiungete la carne

Aggiungete il macinato all'interno della pentola e lasciatelo cuocere a fiamma vivace mescolando costantemente fino a che avrà completamente cambiato colore.

7
Fatto

Sfumate col vino

Aggiungete in pentola il vino rosso e lasciate che evapori l'alcool, senza abbassare la fiamma. Quando non ne sentirete più l'odore, vorrà dire che tutto l'alcool sarà evaporato.

8
Fatto

Riportate a fiamma media, aggiungete il concentrato di pomodoro e la cannella. Mescolate e lasciate insaporire mescolando per un paio di minuti.

9
Fatto
30'

Lasciate cuocere col brodo

A questo punto ricoprite il tutto col brodo vegetale, aggiungete una foglia d'alloro e lasciate cuocere col coperchio semiaperto per circa mezz'ora o fino a quando il brodo non sarà stato completamente assorbito. A fine cottura, eliminate la foglia d'alloro e aggiustate di sale e pepe.

10
Fatto

Friggete le melanzane

Fate scaldare l'olio di semi e preparatevi a friggere le melanzane. Mi raccomando che l'olio sia abbastanza caldo, altrimenti le melanzane assorbiranno molto olio e resteranno mollicce. State anche attenti a non sovraffollare la padella, ma friggete a più riprese. Fate in modo che non si scuriscano troppo prima di tirarle via dall'olio bollente e trasferitele in un piatto foderato di carta assorbente.

11
Fatto

Friggete le patate

Allo stesso modo, friggete le patate, lasciandole nell'olio bollente per circa cinque minuti.

12
Fatto

Preparate la besciamella

Fate sciogliere il burro in una pentola su fiamma moderata facendo attenzione che non inizi a friggere. Quando il burro si è sciolto, togliete la pentola dal fuoco e setacciate all'interno la farina. Mescolate con una frusta lasciando amalgamare il burro e la farina fino ad ottenere il vostro roux. Rimettete il roux sul fuoco e fatelo riscaldare per un paio di minuti.

13
Fatto

Versate il latte, meglio se già caldo. Mescolate in modo da lasciar sciogliere il roux al suo interno. Aggiungete sale, pepe e noce moscata. Continuate a mescolare. Quando avrete raggiunto il livello di consistenza desiderato, spegnete. Aggiungete il pecorino e continuate a mescolare fino a che non si sarà amalgamato omogeneamente. Infine, aggiungete le due uova e continuate a mescolare fino a che non saranno state completamente assorbite.

14
Fatto

Formate uno strato di patate

Ungete il fondo e i bordi della vostra teglia e formate una base con metà delle patate fritte. Salate e pepate.

15
Fatto

Formate uno strato di melanzane

Ricoprite le patate formando un secondo strato con metà delle melanzane. Salate e pepate.

16
Fatto

Ricoprite con la carne e il resto delle patate e delle melanzane

Ricoprite il tutto con uno strato di carne macinata, un secondo strato di patate e un secondo strato di melanzane, sempre salando e pepando fra uno strato e l'altro.

17
Fatto
40'

Ricoprite con la besciamella e cuocete in forno

Ricoprite con la besciamella, avendo cura di livellarla per bene, Cuocete in forno preriscaldato statico a 180 gradi (oppure ventilato a 160 gradi) per circa 40 minuti, o comunque fino a quando la besciamella si sarà leggermente scurita. A fine cottura, sfornate e lasciate raffreddare per almeno un quarto d'ora.

18
Fatto

Tagliate a fette e servite!

Tagliate a fette e servite la vostra moussaka!

Alessandro

Mi chiamo Alessandro, classe 1981. Ho sempre avuto un rapporto d'amore assoluto con la cucina. Vivendo da solo da quando avevo vent'anni, l'avvicinamento alle attività culinarie era una necessità per la sopravvivenza. Da un po' di tempo ho cercato un approccio più impegnato e reverenziale nei confronti della cucina, ho imparato tantissimo e ho scoperto che... cucinare è facile! ;-)

precedente
Crema allo zabaione
successiva
Torta caffellatte allo zabaione
precedente
Crema allo zabaione
successiva
Torta caffellatte allo zabaione

Aggiungi il Tuo Commento