0 0
Gubana

Condividilo sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo

Ingredienti

Porzioni:
Per una teglia da 24cm di diametro
Per la brioche
330g Farina tipo '00'
90g Burro
80g Zucchero
30g Miele
3 Uova
60g Latte
5g Lievito di birra in polvere Oppure 15g di lievito di birra fresco!
3g Sale
Per il ripieno
200g Gherigli di noce
90g Zucchero
100g Uva passa
100g Biscotti secchi
40g Pinoli
30g Burro
Scorza di limone grattugiata
30ml Grappa
Vanillina
Cannella
Sale

Informazioni nutrizionali

463
Calorie
25.1g
Grassi
48.2g
Carboidrati
8.8g
Proteine
7.3g
Gr. Saturi
23.8g
Zuccheri

Gubana

Caratteristiche:
  • Ricette vegetariane
Cucina:
  • 210'
  • Per 12 porzioni
  • Difficile

Ingredienti

  • Per una teglia da 24cm di diametro

  • Per la brioche

  • Per il ripieno

Introduzione

Condividi

Oggi vi proponiamo la ricetta di un dolce tipico della regione Friuli che ho avuto l’occasione di assaggiare per la prima volta a casa di un mio amico friulano, appunto, più di dieci anni fa, quando entrambi vivevamo a Dublino. L’altro giorno ci ripensavo e mi sono attivato in qualche ricerca per trovare una ricetta e provare a replicare questa saporita gubana.

In teoria il ripieno dovrebbe essere lasciato a macerare per una giornata intera in modo, credo, da far sviluppare e irrobustire per bene il sapore per effetto dell’alcool. Se andate di fretta comunque, direi che anche preparare il ripieno mentre si aspetta per la lievitazione, come abbiamo fatto noi, produce un risultato del tutto gustoso!

Prova ne sia il fatto che questa gubana è andata veramente a ruba sia fra i miei colleghi che quelli di mio marito e sinceramente anche a casa ne abbiamo mangiato decisamente qualche fetta in più del normale! Provatela e fateci sapere se vi è piaciuta!

Procedimento

1
Fatto
15'

Preparate gli ingredienti per l'impasto

Fate sciogliere il lievito nel latte tiepido e lasciatelo fermentare per una decina di minuti. Setacciate la farina e disponete a fontana in una terrina i tre quarti del peso totale. Ponete al centro della farina il latte col lievito, il miele, un cucchiaino di zucchero, due uova e un tuorlo insieme al sale. Tenete da parte l'albume che vi avanzerà: lo utilizzeremo in seguito per la decorazione.

2
Fatto
60'

Impastate il tutto

Lavorate gli ingredienti (a mano o in una planetaria) partendo dal centro e incorporando a mano a mano tutta la farina fino a ottenere un composto omogeneo e morbido. Coprite la terrina con pellicola trasparente e lasciate lievitare in forno spento con la luce accesa per un'ora.

3
Fatto

Sciogliete lo zucchero

Nel frattempo, dedichiamoci alla preparazione del ripieno. Per prima cosa, versate metà dello zucchero in un pentolino insieme a un cucchiaio d'acqua e poi mettetelo su fuoco medio mescolando fino ad ottenere uno sciroppo abbastanza denso.

4
Fatto

Caramellate le noci

Versate un terzo delle noci nel pentolino e mescolate velocemente fino a che saranno completamente ricoperte.

5
Fatto

Fate raffreddare le noci caramellate

Versate il tutto su un ripiano spennellato con dell'olio, in modo da non farle attaccare in fase di raffreddamento. Lasciate raffreddare per qualche minuto.

6
Fatto

Rosolate i pinoli nel burro

Fate sciogliere il burro in una padellina e lasciate rosolare i pinoli al suo interno a fiamma molto bassa. Appena sono dorati, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

7
Fatto

Tritate i biscotti

Mettete i biscotti secchi all'interno di un sacchetto di plastica per alimenti, sigillatelo bene e poi fateli passare sotto un matterello per tritarli finemente. In alternativa, se lo avete, usate pure un mixer!

8
Fatto

Tritate le noci

Unite le noci caramellate e non. Tritatele grossolanamente con l'aiuto di un mixer o di un frullatore.

9
Fatto

Mescolate gli ingredienti del ripieno

Mettete in una terrina capiente le noci e biscotti tritati insieme all'uva passa (meglio se lasciata prima ad ammorbidirsi in acqua tiepida per una decina di minuti).

10
Fatto

Unite i pinoli insieme al burro in cui li avete fatti rosolare, la grappa, la scorza di limone, lo zucchero rimanente, una spolverata di cannella, un pizzico di sale e la vanillina. Mescolate facendo amalgamare il tutto in maniera omogenea.

11
Fatto
30'

Aggiungete gli ingredienti mancanti all'impasto

Riprendete l'impasto lievitato e aggiungete la restante farina, il restante zucchero e il burro a temperatura ambiente. Incorporate per bene il tutto e poi lavorate energicamente l'impasto. Copritelo di nuovo con la pellicola e riportatelo a lievitazione per ulteriori 30 minuti.

12
Fatto

Al termine della seconda lievitazione, rovesciate l'impasto su un piano da lavoro ricoperto con un foglio di carta da forno e stendetelo in un rettangolo da circa 25x35 cm.

13
Fatto

Distribuite il ripieno

Distribuite il ripieno sulla superficie dell'impasto lasciando un paio di centimetri liberi lungo i bordi.

14
Fatto

Arrotolate l'impasto

Aiutandovi con la carta da forno, arrotolate l'impasto su se stesso partendo dal lato lungo. Stirate il rotolo così ottenuto cercando se possibile di raddoppiarne la lunghezza.

15
Fatto

Formate una spirale nella teglia

Poggiate un'estremità del rotolo al centro di una teglia da forno da 24 cm di diametro col fondo ricoperto di carta da forno e i bordi imburrati. Disponete il rotolo a spirale all'interno della teglia, sigillando l'altra estremità.

16
Fatto
30'

Fate lievitare ancora e poi decorate la superficie

Lasciate lievitare ancora per circa mezz'ora o comunque fino a quando avrà occupato tutta l'area della teglia. Spennellate la superficie con l'albume conservato in precedenza e poi ricoprite il tutto con una spolverata di zucchero.

17
Fatto
60'

Cuocete in forno

Cuocete in forno riscaldato statico a 160 gradi (oppure ventilato a 150 gradi) per un'ora. Al termine della cottura, sfornate e lasciate raffreddare completamente prima di staccare il dolce dalla teglia.

18
Fatto

Tagliate a fette e servite!

Tagliate a fette e servite la vostra gubana!

Alessandro

Mi chiamo Alessandro, classe 1981. Ho sempre avuto un rapporto d'amore assoluto col cibo fatto in casa. Da un po' di tempo ho cercato un approccio più impegnato e reverenziale nei confronti della cucina, ho imparato tantissimo e ho scoperto che... cucinare è facile! ;-)

precedente
Frittata alla zucca e halloumi
successiva
Maionese di kiwi
precedente
Frittata alla zucca e halloumi
successiva
Maionese di kiwi

Aggiungi il Tuo Commento