0 0
Sanguinaccio

Condividilo sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo

Ingredienti

Porzioni:
Per la prima parte
500ml Latte
125g Cacao
100g Amido di mais
300g Zucchero
100g Cioccolato fondente
Per la seconda parte
80ml Acqua
80g Zucchero
Vanillina
100g Gocce di cioccolato fondente

Informazioni nutrizionali

261
Calorie
7.5g
Grassi
45.1g
Carboidrati
3.6g
Proteine
4.3g
Gr. Saturi
35.6g
Zuccheri

Sanguinaccio

Caratteristiche:
  • Ricette di carnevale
  • Ricette vegetariane
  • Senza glutine
Cucina:
  • 40'
  • Per 15 porzioni
  • Media

Ingredienti

  • Per la prima parte

  • Per la seconda parte

Introduzione

Condividi

Questa squisita crema al cioccolato accompagna tradizionalmente le chiacchiere durante il periodo di carnevale. Come sicuramente avrete già sentito raccontare, il suo nome deriva dall’antico ingrediente, oggi in disuso: il sangue di maiale.

C’è chi ama profumarlo con una spolverata di cannella, chi aggiunge i canditi. Noi abbiamo optato per delle classiche gocce di cioccolato.

Con queste dosi otterrete all’incirca un litro di sanguinaccio. Questa ricetta proviene da una rinomata pasticceria e si divide in due tempi, con una notte intera di attesa nel mezzo. Se non avete tempo di aspettare il giorno dopo per l’aggiunta della seconda parte, potete fermarvi alla prima, magari aumentando leggermente le dosi di zucchero: sarà buonissimo ugualmente!

Procedimento

1
Fatto

Sciogliete il cioccolato a bagnomaria

Spezzettate il cioccolato fondente in un pentolino e lasciatelo sciogliere a bagnomaria.

2
Fatto

Fate intiepidire il latte

Nel frattempo, versate il latte in un altro pentolino e lasciatelo intiepidire a fuoco lento.

3
Fatto

Mescolate le polveri

All'interno di una pentola un po' più grande, versate il cacao con lo zucchero e l'amido di mais. Mescolate per bene.

4
Fatto

Aggiungete il latte a filo

Portate la pentola con le polveri sul fuoco e aggiungete il latte lentamente a filo, non smettendo mai di mescolare.

5
Fatto
15'

Lasciate cuocere a fiamma bassa

Lasciate cuocere a fiamma bassa, mescolando costantemente con una frusta e raschiando di tanto in tanto ai bordi con una spatola, finché non avrete raggiunto il livello di densità desiderato. Ci vorrà almeno un quarto d'ora.

6
Fatto

Aggiungete il cioccolato fuso

A questo punto aggiungete all'interno del composto il cioccolato fondente fuso e continuate a mescolare per qualche minuto.

7
Fatto

Trasferite in un recipiente

Spegnete il fuoco e trasferite il sanguinaccio in un recipiente. Ricopritelo con della pellicola e lasciatelo raffreddare e riposare per una notte intera. Qui finisce la realizzazione della prima parte. Se non potete aspettare tutta la notte, potete anche fermarvi qui e usare il sanguinaccio così come lo avete ottenuto adesso, aggiungendo se volete le gocce di cioccolato fondente.

8
Fatto

Preparate la seconda parte

Mescolate l'acqua con lo zucchero e la vanillina all'interno di un pentolino a fuoco lento, giusto per qualche secondo in modo tale che lo zucchero si sciolga per bene.

9
Fatto

Aggiungete la seconda parte alla prima

Aggiungete la soluzione di acqua e zucchero all'interno del sanguinaccio e mescolate con cura.

10
Fatto

Aggiungete le gocce di cioccolato

Aggiungete le gocce di cioccolato fondente all'interno del sanguinaccio e mescolate in modo da farle amalgamare per bene. Se volete, lasciatene qualcuna da parte per successive decorazioni.

11
Fatto

Il vostro sanguinaccio è pronto!

Il sanguinaccio è pronto per essere gustato. Non vi resta che servirlo insieme alle vostre chiacchiere!

Alessandro

Mi chiamo Alessandro, classe 1981. Ho sempre avuto un rapporto d'amore assoluto con la cucina. Vivendo da solo da quando avevo vent'anni, l'avvicinamento alle attività culinarie era una necessità per la sopravvivenza. Da un po' di tempo ho cercato un approccio più impegnato e reverenziale nei confronti della cucina, ho imparato tantissimo e ho scoperto che... cucinare è facile! ;-)

precedente
Schiacciata alla fiorentina
successiva
Pasta brisée integrale
precedente
Schiacciata alla fiorentina
successiva
Pasta brisée integrale

Aggiungi il Tuo Commento